33 ore all’anno. 45 minuti a settimana. 9 minuti al giorno.

William Arruda – il guru del Personal Branding secondo Forbes – assicura che bastano 9 minuti al giorno per dare uno slancio significativo alla propria carriera – o alla propria impresa – grazie al web. Ma facciamo un passo indietro: cosa vuol dire PERSONAL BRANDING?.

In principio vi furono i tortellini.

Uno dei precursori è stato sicuramente Giovanni Rana che da produttore è diventato protagonista degli spot del suo pastificio. La sua scelta, al tempo vista forse con un po’ di sospetto, ha aperto un trend che tanti e tanti hanno seguito dopo di lui. Il metterci la faccia, l’associare il proprio nome al proprio brand è una sorta di patto non scritto tra un’impresa e il suo target di riferimento. Dietro a quel prodotto c’è una persona ben precisa. Se mi fido di lui, scelgo di comprare ciò che lui ha da offrirmi.

Ecco perché sempre più spesso si sente parlare di PERSONAL BRANDING. Lavorare sulla propria reputazione, soprattutto sul web – luogo di confronto e dibattito per i consumatori – vuole dire in un certo senso offrire una garanzia della qualità del nostro lavoro ed è un’occasione da non perdere. Tempo perso? Per nulla. Per lavorare alla propria reputazione online basta investire ogni giorno il tempo di cottura di una confezione di tortellini!

Da una serie di post del sito PersonalBranding.it

Le relazioni richiedono cure. Le relazioni si costruiscono nel tempo e richiedono contatti regolari. Pensa ad un rapporto come una pianta: ha bisogno di cure e attenzioni regolari. Non si può dare a una pianta un anno di acqua tutto in una volta, poi ignorarla per mesi e aspettarsi che sopravviva. Le relazioni sono molto simili.
Le abitudini quotidiane sono importanti. Non potresti pensare di andare al lavoro senza aver lavato i denti, e non ti sveglieresti ogni mattina chiedendoti se ti laverai i denti, quel giorno – lo fai e basta.

Cosa fare?

  1. Documenta le tue Vittorie, ma lascia che siano gli altri a farlo. La visibilità è importante. La credibilità è fondamentale. Convalida il tuo successo ottenendo che siano altri a parlare di te. Chiedi feedback, chiedi segnalazioni ed endorsement su LinkedIn e documenta i feedback che hai ricevuto da colleghi e da altri. Aggiorna i tuoi profili sui Social Media per includere tutti i feedback rilevanti.
  2. Crea la tua rete e mantienila. Aggiungi persone alla rete regolarmente. Le connessioni di un network sono utili solo se si mantengono. Ciò significa che è necessario raggiungere attivamente i membri della rete e dare loro qualcosa di valore, regolarmente.
  3. Riconosci e sostieni. Usa le raccomandazioni/gli endorsement dei tuoi account sui Social Media come LinkedIn per segnalare coloro con i quali hai lavorato. A tutti piace essere riconosciuti, e tu stai dando maggior valore ai loro profili online. È possibile scriverne una in appena 9 minuti! Prendi nota delle date importanti (come i compleanni e il giorno in cui cominciano un nuovo lavoro) in modo da poterli raggiungere e riconoscere il loro giorno speciale.
  4. Ricerca clienti e partner. Fai uno sforzo per arrivare a saperne di più sui tuoi clienti o partner. Cercali su Google e controlla i loro profili LinkedIn e Twitter. Controlla cosa sta facendo la concorrenza. Comprendi come questo avrà un impatto sul tuo ruolo e la tua impresa.
  5. Partecipa o conduci un forum / pubblica un articolo / parla pubblicamente. Partecipa a gruppi e assumi un ruolo di leadership, o avvia un gruppo che si collega alle tue competenze e passioni e invita altri a partecipare. Questo è un ottimo modo per mostrare la tua esperienza mentre espandi il tuo network e le tue conoscenze. Impegnati a scrivere un articolo relativo alla tua esperienza. In primo luogo, trascorri i tuoi 9 minuti alla ricerca di siti adeguati che accetteranno il tuo articolo. Poi puoi scrivere un paragrafo o poco più ogni giorno, fino al completamento dell’articolo. Poi pubblicalo.

Vuoi scoprire cosa ne pensa il web di te e costruire la tua reputazione online?